anteprima spettacolo

 

 

Archivio Stagioni

 

Pigreco News

26 09 2020

FINO ALLE STELLE regia Raffaele Latagliata, con AGNESE FALLONGO e TIZIANO CAPUTO, Galleria Sciarra - Roma ore 20.30

 
18 02 2020

SHERLOCK HOLMES E I DELITTI DI JACK LO SQUARTATORE regia Ricard Reguant, con GIORGIO LUPANO, FRANCESCO BONOMO, ROCIO MUNOZ MORALES e altri otto attori. Teatro Sala Umberto - Roma. In scena fino al 8 marzo 2020

 
15 02 2020

STABAT MATER di ANTONIO TARANTINO, con FABRIZIA SACCHI, regia LUCA GUADAGNINO, adattamento STELLA SAVINO e FABRIZIA SACCHI. Teatro Nest di San Giovanni a Teduccio - Napoli. Replica il 16 febbraio

 
15 02 2020

SHERLOCK HOLMES E I DELITTI DI JACK LO SQUARTATORE regia Ricard Reguant con GIORGIO LUPANO. FRANCESCO BONOMO, ROCIO MUNOZ MORALES. Teatro Comunale di Civitavecchia (RM). Replica il 16 febbraio ore 17.00

 
31 01 2020

LA CAMERA AZZURRA di Georges Simenon con FABIO TROIANO, IRENE FERRI, GIULIA MAULUCCI, MATTIA FABRIS. Teatro Comunale di Ventimiglia

 
17 01 2020

LA CAMERA AZZURRA di Georges Simenon con FABIO TROIANO, IRENE FERRI, GIULIA MAULUCCI, MATTIA FABRIS. Teatro Curci - Barletta, repliche fino al 19 gennaio

 
10 01 2020

LA PARRUCCA di Natalia Ginzburg, regia Antonio Zavatteri, con MARIA AMELIA MONTI e ROBERTO TURCHETTA. Al Teatro Cinema di Bellano - Lecco

 
10 01 2020

LA CAMERA AZZURRA di Georges Simenon, con FABIO TROIANO, IRENE FERRI, MATTIA FABBRIS, GIULIA MAULUCCI. Spazio Tondelli - Riccione

 
11 12 2019

LA DONNA LEOPARDO di Alberto Moravia, regia Manuela Cescon, con VALENTINA BANCI, OLIVIA MAGNANI, DANIELE NATALI, PAOLO SASSANELLI. Teatro Verdi - Padova. Dal 11 al 15 dicembre

 
06 12 2019

LA PARRUCCA di Natalia Ginzburg, regia Antonio Zavatteri, con MARIA AMELIA MONTI e ROBERTO TURCHETTA. Teatro Sociale - Valenza PRIMA NAZIONALE

 
03 12 2019

LA CAMERA AZZURRA di Georges Simenon, con FABIO TROIANO, IRENE FERRI, GIULIA MAULUCCI, MATTIA FABRIS Teatro Comunale - Monfalcone (GO). Replica il 4 dicembre

 
29 11 2019

LA CAMERA AZZURA di Georges Simnon, con FABIO TROIANO, IRENE FERRI, MATTIA FABRIS, GIULIA MAULUCCI. Teatro Politeama - Bra (CN)

 
24 11 2019

LA CAMERA AZZURRA di Georges Simenon, regia di Serena Sinigaglia, con FABIO TROIANO e IRENE FERRI, e con GIULIA MAULUCCI e MATTIA FABRIS. Teatro Fonderia Leopolda - Follonica (GR)  

 
23 11 2019

LA CAMERA AZZURRA di Georges Simenon, regia Serena Sinigaglia, con FABIO TROIANO e IRENE FERRI e con GIULIA MAULUCCI e MATTIA FABRIS. Teatro degli Astrusi - Montalcino (SI)

 
22 11 2019

LA DONNA LEOPARDO di Alberto Moravia, regia Michela Cescon, con in o.a. VALENTINA BANCI, OLIVIA MAGNANI, DANIELE NATALI, PAOLO SASSANELLI. Teatro Sociale - Pinerolo (TO)

 
 

 
Fino alle stelle - rassegna stampa

 

di e con TIZIANO CAPUTO e AGNESE FALLONGO, regia di RAFFAELE LATAGLIATA, collaborazione creativa di Adriano Evangelisti, elementi scenografici di Andrea Coppi, costumi di Giorgia Marras, accompagnamento musicale di Tiziano Caputo, movimenti coreografici di Annarita Gullaci. 

TournéeScheda artistica | Scheda tecnica| Rassegna stampa | Foto | Video movie run

 

 

 

 

 

Estratti Rassegna Stampa

... Fino alle stelle! – scalata in musica lungo lo stivale

 

 

"La voce della Fallongo inizia a riscaldare la platea e le gallerie, e lo scambio ad orologeria dei due attori fa partire l'ingranaggio ben collaudato che hanno costruito con la regia di Raffaele Latagliata. (...) Questo tipo di teatro - con questo spettacolo, con questi due attori formidabili - sale il gradino e ti fa affacciare su un mondo energico e compatto, in cui la trama fila come su un fuso che si srotola, e il tessuto che si compone è pieno di forza, colore e ironia."
(China Martini | metropolitanmagazine.it)

 

 

"Interpreti di questo spettacolo che dal palcoscenico del Teatro della Cometa si estende all'Italia intera, con una forza entusiasmante attraverso intense armonie che emanano dalle bellissime canzoni delle quali Tiziano Caputo ed Agnese Fallongo sono gli impareggiabili esecutori.
Loro dimostrano al pubblico che lo spettacolo (...) è frutto di una certa ricerca antropologica condotta in maniera scientifica per entrare nei pensieri e nei sogni di chi avrà la fortuna di assistere a questa rappresentazione il cui eccellente regista, Raffaele Latagliata, è estremamente sintonizzato con i due protagonisti sull'onda degli umani sentimenti espressi non solo in forma musicale, ma anche sottilmente comica. Il che, di questi tempi, non guasta proprio."
(Andrea Gentili | visumnews.it)

 

 

"Agnese Fallongo e Tiziano Caputo tornano sulla scena dopo l'intensa prova di Letizia va alla guerra con la scoppiettante storia di Maria e Tonino. (...) I due interpreti danno nuovamente prova di un notevole talento musicale, e stupiscono per la padronanza con la quale gestiscono i diversi dialetti italiani. I toni leggeri favoriscono stavolta l'inserimento di divertenti trovate teatrali. Come i sobbalzi del pulmino scalcinato che ritmano la loro conversazione ed il sensuale gioco con l'attaccapanni. Novanta minuti di ritmo e divertimento che il pubblico, con le risate e gli applausi, dimostra di apprezzare molto!"
(Maurizio Zucchetti | imbucatospeciale.it)

 

 

"Reduci dal successo teatrale di Letizia va alla guerra (...) La coppia Caputo e Fallongo mostra sempre grande affiatamento in scena dando vita ad uno spettacolo divertente, ben calibrato. Recitano, suonano e cantano con maestria intonando perfettamente i vari dialetti che arricchiscono la nostra lingua. Con Tonino e Maria si viaggia, non solo lungo lo stivale, ma anche nelle loro esistenze. Nell'evoluzione e maturazione a cui giungono i due personaggi alla fine di questo viaggio, di certo piacevole nella sua leggerezza."
(Carmen De Sena | laplatea.it)

 

 

"I due protagonisti hanno raggiunto una maturità artistica e un affiatamento personale e professionale che trova piena espressione in questo spettacolo divertente, lieve e ben calibrato, frutto di una attenta ricerca storico-musicale e una stesura dei testi genuina, lontana dagli stereotipi, tracciando un caleidoscopico affresco nazional-popolare. Recitano, suonano e cantano in totale sintonia, calibrano gestualità ed espressività nel susseguirsi dei canti popolari dialettali, ritagliandosi uno spazio artistico in cui il loro talento fluisce con garbo e naturalezza. La regia di Raffaele Latagliata asseconda la fluidità del racconto e la versatilità degli interpreti nel loro viaggio umano e musicale."
(Tania Turnaturi | teatrionline.com)

 

 

"Assistere a uno spettacolo della coppia Fallongo-Caputo è sempre un piacere, una rara dimostrazione di puro talento, preparazione, garbo nel vasto e confuso panorama teatrale della capitale. (...) Lo spettacolo è una ventata di aria pulita, leggero ma ricco, spassionato e ben diretto. (...) Che dire di Agnese Fallongo e Tiziano Caputo? Sono due professionisti del Teatro che non deludono mai. Durante i loro spettacoli, il tempo non sembra esistere, catturano l'attenzione dello spettatore e lo catapultano dentro il loro mondo che definiremmo un "teatro domestico". La bravissima A. Fallongo, non smetteresti mai di sentirla cantare, sempre equilibrata, ariosa senza mai sbavature, sicura nei movimenti, credibile in ogni maschera che indossa. T. Caputo è uno showman nato, con le sue magistrali doti musicali è un singolare esempio nell'ambito teatrale contemporaneo, oltre alle sue spiccate attitudini da caratterista (...) istrionico e indomabile durante la performance sul palcoscenico. Non mancate al loro spettacolo. Fidatevi, non ve ne pentirete!"
(Salvo Gemmellaro | gufetto.press)

 

 

"A essere conquistato è senza dubbio il pubblico del Teatro della Cometa, estasiato di fronte alla bravura di Tiziano Caputo e Agnese Fallongo, Tonino e Maria appunto, che hanno confezionato uno spettacolo originale, costruendo una storia d'amore che percorre tutta l'Italia attraverso le espressioni dialettali e quei motivetti tanto orecchiabili, senza tempo, che rendono uniche le diverse regioni percorse dalla bravura dei due attori."
(Alessio Neroni | teatro.persinsala.it)

 

 

"La regia di Raffaele Latagliata regala uno spettacolo molto piacevole da seguire, fluido, in cui ogni scena cade nell'altra come in un sistema di vasi comunicanti. Tiziano Caputo e Agnese Fallongo sono due giovani artisti che sanno fare teatro. Hanno conoscenza e consapevolezza della materia che plasmano con soluzioni personali. Guardano ai grandi, ma non imitano, bensì elaborano, personalizzano, tracciando un proprio percorso artistico personale e di grandissimo pregio."
(Flaminio Boni | flaminioboni.it)

 

 

"Che cosa accade se Equivocare fa rima con Amare? Semplice: quello di offrire uno spunto vitale per mettere in scena lo spettacolo Fino alle stelle, che la coppia musicale Agnese Fallongo e Tiziano Caputo ci propone con la consueta bravura e simpatia. (...) i dialetti ancora una volta scorrono veloci come le dita sulle corde della chitarra, grazie alle modulazioni vocali e all'intonazione sempre perfettamente sincronizzata dei due bravi protagonisti."
(Maurizio Bonanni | opinione.it)

 

 

"Il meritato entusiasmo che generano Tiziano Caputo e Agnese Fallongo è frutto della qualità dei loro spettacoli e delle accurate ricerche in campo musicale e antropologico. In particolare, in ...Fino alle stelle! , la loro grande intesa si trasforma in una straordinaria armonia tra le belle canzoni interpretate sempre con grande ironia e le loro capacità attoriali, notevolissime. Bella anche la regia di Raffaele Latagliata (...) Il tutto genera uno spettacolo a cui si assiste con piacere crescente, trascinante, gradevolissimo, divertente, garbato, direi necessario in tempi così turpi. Una vera carezza, una ventata d'aria fresca (...) Grazie di cuore a questi due artisti che si stanno ritagliando uno spazio importante con il loro modo di fare teatro. Non perdete occasioni come queste, accorrete ad applaudirli!"
(Paolo Leone | corrieredellospettacolo.net)

 

 

"Questo spettacolo è l'esempio che non serve raccontare cose nuove ma è il modo di accostarsi alla storia con spontaneità e credibilità che fa la differenza. (...) La regia di Raffaele Latagliata è comunicativa, stimolante e di impatto. (...) Cambiando stili di canzoni, cambiando regioni, cambiando nazioni, cambiando dialetti, l'unico linguaggio universale rimane sempre la sincera opportunità di raccontarsi con un modo di esprimersi onesto: la buona recitazione!"
(Laura Dotta Rosso | quartapareteroma.it)

 

 

"Il teatro della giovane coppia di attori, già noti al pubblico romano per il successo della precedente pièce "Letizia va alla guerra", fa sorridere con la semplicità e genuinità, appassiona grazie ai continui rimandi ad una realtà condivisa e sempre viva, al di là del tempo storico del racconto, emoziona grazie alle doti attoriali, mimiche e canore dei due protagonisti."
(Serena Lena | saltinaria.it)