anteprima spettacolo

 

 

Archivio Stagioni

 

Pigreco News

27 04 2017

PER CIO' CHE E' STATO testo e regia di Mauro Santopietro, con ANTONELLO FASSARI, ALESSIA GIANGIULIANI, STEFANO SCANDALETTI, ANTONIO TINTIS. PRIMA NAZIONALE 27 E 28 aprile Ridotto Teatro Stabile dell'Aquila

 
11 04 2017

TANTE FACCE NELLA MEMORIA regia Francesca Comencini, con in o.a. MIA BENEDETTA, BIANCA NAPPI, CARLOTTA NATOLI, LUNETTA SAVINO, SIMONETTA SOLDER, CHIARA TOMARELLI al Teatro Franco Parenti - Milano dal 11 al 13 aprile 

 
09 02 2017

L'AMORE MIGLIORA LA VITA di Angelo Longoni. con ETTORE BASSI, EDY ANGELILLO, ELEONORA IVONE, GIORGIO BORGHETTI. Dal 9 al 12 febbraio al Teatro Erba di Torino

 
21 01 2017

IL CONTO E' SERVITO di Sara Vannelli con CORRADO TEDESCHI e NINO FORMICOLA al Teatro Comunale di Civitavecchia

 
17 01 2017

L'AMORE MIGLIORA LA VITA di Angelo Longoni, con E. BASSI, E. ANGELILLO, E. IVONE, G. BORGHETTI. Dal 17 al 22 gennaio al Teatro San Babila di Milano

 
17 01 2017

TANTE FACCE NELLA MEMORIA regia di Francesca Comencini dal 17 al 22 gennaio alle Fonderie Limone - Moncalieri (TO)

 
02 12 2016

TANTE FACCE NELLA MEMORIA regia di Francesca Comencini, Teatro Comunale Luca Ronconi - Gubbio (PG)

 
08 11 2016

OSTAGGI testo e regia di Angelo Longoni, con Michela Andreozzi, Jonis Bascir, Pietro Genuardi, Gabriele Pignotta, Silvana Bosi. Teatro Sala Umberto - Roma dal 8 al 20 novembre. PRIMA NAZIONALE

 
25 10 2016

L'AMORE MIGLIORA LA VITA di Angelo Longoni, con ETTORE BASSI, EDY ANGELILLO, ELEONORA IVONE, GIORGIO BORGHETTI, al Teatro Golden di Roma. In scena fino al 20 novembre

 
24 09 2016

FRANCESCO PANNOFINO nello spettacolo musicale IO VENDO LE EMOZIONI. Palazzo Rospigliosi - Zagarolo 24 settembre , ore 21.00

 
10 09 2016

FRANCESCO PANNOFINO con lo spettacolo musicale IO VENDO LE EMOZIONI al Parco Archeologico del Tuscolo - Frascati (Roma), il 10 settembre ore 18.00 

 
05 06 2016

TANTE FACCE NELLA MEMORIA regia di Francesca Comencini, con M. Benedetta, B.Nappi, C.Natoli, L. Savino, S.Solder, C.Tomarelli,  al Memofest di Massa, ore 21.30

 
06 05 2016

LA VITA NON E' UN FILM DI DORIS DAY di Mino Bellei, con PAOLA GASSMAN, MIRELLA MAZZERANGHI, PAOLA ROMAN al Teatro San Babila di Milano dal 6 al 15 maggio

 
15 02 2016

TANTE FACCE NELLA MEMORIA regia di Francesca Comencini, con MIA BENEDETTA, BIANCA NAPPI, CARLOTTA NATOLI, LUNETTA SAVINOSIMONETTA SOLDER, CHIARA TOMARELLI. In scena fino al 20 marzo al Teatro Argentina - Roma

 
27 02 2016

TANTE FACCE NELLA MEMORIA regia di Francesca Comencini. Teatro Pasolini - Cervignano (UD), ore 21.00

 
 

 
Spettacoli:

di MINO BELLEI, regia CLAUDIO BELLANTI, con PAOLA GASSMAN, LYDIA BIONDI, MIRELLA MAZZERANGHI, costumi Annalisa Di Piero, scene Genella Falleri. Produzione Casa Editrice Alba, in collaborazione con MTM MimoTeatroMovimento.

Scheda artistica | Scheda tecnica | Tournée | Rassegna stampa | Foto | Video

 

locandina doris doris day mix

 Spettacolo irriverente, divertentissimo, agito da tre anziane amiche che alla soglia dei 70 anni, dopo la reciproca conoscenza, durata la gran parte della vita, scelgono il giorno di Natale per dirsi improvvisamente tutto quello che hanno taciuto nei decenni precedenti.

Con l’obbiettivo di riscoprire e valorizzare la drammaturgia italiana, abbiamo voluto dare risalto a questo testo, andato in scena per la prima volta nel 1991. La commedia di Bellei, attraverso la divertente, dissacrante, provocatoria conversazione di tre vecchie amiche, affronta nodi esistenziali profondi, filtrati da un umorismo esilarante e una ironia feroce.

 

 

DISPONIBILITA' : GENNAIO / APRILE 2016

 

 

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015 2015-2016

di e con MICHELE LA GINESTRA. Produzione Teatro 7

Tournée | Scheda artistica | Scheda tecnica | Rassegna stampa | Foto

 

michele la ginetsra

 

Nel suo spettacolo gioca, pertanto, con un palcoscenico vuoto e racconta al Teatro il suo sogno: poter interpretare ogni sera un personaggio diverso. Il Teatro lo ascolta e decide di diventare suo complice; apre il cassetto dei ricordi e gli fa trovare testi, costumi, musiche, per realizzare lo Spettacolo. Partendo da testi conosciuti, attraverso una miscela accurata di pezzi inediti, di canzoni e filastrocche “Mi hanno rimasto solo” vuole regalare grandi risate, sorrisi, e, perché no, un po’ di “teatro brillante” ad un pubblico che ha voglia di essere coinvolto.

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015 2015-2016

scritto e diretto da TONY FORNARI; con in o. a. CALUDIA CAMPAGNOLA, MARCO MORANDI, CARLOTTA PROIETTI, MATTEO VACCA. Musiche Enrico Blatti, canzoni Marco Morandi

Tournée | Scheda artistica | Scheda tecnica | Rassegna stampa | Foto | Video 

 

banner non c due

 

Per la prima volta riuniti Claudia Campagnola, Marco Morandi, Matteo Vacca e Carlotta Proietti, interpretano il nuovo esilarante testo di Toni Fornari Non c’è due senza te.

Mariateresa è una scrittrice di romanzi, una sognatrice romantica, sposata con Giorgio - un intellettuale professore di matematica - e con Danny - un musicista sognatore che vive nel suo mondo ignato di tutto. Mariateresa, con la scusa degli impegni di lavoro con la casa editrice che la trattengono lontana da casa, trascorre il suo tempo alternativamente con l'uno e con l'altro marito, e le cose sembrano funzionare fino a quando scopre di essere incinta...

 

 

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015

di MASSIMILIANO BRUNO, regia LORENZO GIOIELLI, con ROLANDO RAVELLO, musiche ALESSANDRO MANNARINO, scene e costumi Claudia Cosenza. Produzione PigrecoDelta

Tournée | Scheda Tecnica | Scheda Artistica | Rassegna Stampa | Foto | Video 

 

agostino 8 locandina agostino piccola

La periferia di Roma, come quella di Milano, Napoli e Palermo, nasconde realtà estreme e storie amare come quella dell’operaio Agostino, raccontata da  Massimiliano Bruno e Rolando Ravello che, prendendo spunto da un fatto realmente accaduto, trasformano la singolare vicenda in una metafora paradossale... Un giorno, Agostino esce dal suo appartamento, situato al quarto piano di un palazzone a Tor Bella Monaca: è vestito in giacca e cravatta e insieme a sua moglie sta portando il figlio in chiesa per la prima comunione. Ma quando torna per festeggiare, si accorge che la sua chiave non apre più la porta. Gli hanno occupato casa, o meglio gliel’hanno rubata. E a nulla valgono le sue rimostranze presso le autorità: Agostino non ha nessun titolo per dimostrare che l’appartamento è suo. Come capita abitualmente nelle periferie italiane, dove vige la legge del Far West, il nostro ha dato, a suo tempo, ad un boss di quartiere, una buona uscita a fondo perduto, per prendere possesso di una casa popolare assegnata, negli anni ’70, a un signore ora deceduto, e ormai diventata vero e proprio “bottino di guerra”. Così, Agostino decide di riprendersela a modo suo. Occupa il pianerottolo insieme a tutta la sua famiglia e da quel momento in poi… comincia la sua battaglia personale

 

 

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015

testo e regia di ANGELO LONGONI, con CESARE BOCCI, MARCO BONINI, ELEONORA IVONE. Produzione Pragma

Tournée | Scheda artistica | Scheda tecnica | Rassegna stampa | Foto | Video

 

locandina ospiti

Una commedia divertente, cinica ma anche romantica. I tre protagonisti vivono l'amore come la più impegnativa delle loro attivitá, sia che lo inseguano, sia che lo fuggano, sia che lo sminuiscano. Alla base dei loro comportamenti c'é la convinzione che, quando si é innamorati, ognuno dia contemporaneamente il meglio ed il peggio di sé. 

 

 

DISPONIBILITÀ GENNAIO / APRILE 2015

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015

tratto da APOCALISSE di NICCOLÒ AMMANITI con il contributo di ANTONIO MANZINI, con UGO DIGHERO, regia GIORGIO GALLIONE, scene e scostumi Lorenza Gioberti. Produzione Teatro dell'Archivolto

Tournée | Scheda artistica | Scheda tecnica | Rassegna stampa | Foto 

 

 

I racconti di Niccolò Ammaniti sono commedie grottesce, al limite dell'inverosimile, che utilizzano spesso un linguaggio senza ipocrisie, duro, spudorato e vorace; vicende paradossali dove il delirio comico e l'immaginario sfrenato convivono ed esplodono sulla pagina. 'Apocalisse' monta e incrocia in palcoscenico due tescti racconti in tempi molto diversi: 'Lo zoologo' (tratto da "Fango") e 'Sei il mio tesoro' (pubblicato nel volume "Crimini"). Queste due storie si innestano nella vicenda di un uomo colpito da un morbo misterioso contratto con l'avvicinarsi di una sorta di apocalisse globale, arrivata senza trombe del giudizio ad annunciarla.

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015

tratto da Anton Cechov, adattamento e regia GIANLUCA MEROLLI, con la partecipazione di GRAZIANO PIAZZA (Sorin) e con in o.a. ANITA BARTOLUCCI (Irina), FRANCESCA GOLIA (Nina), GIULIA MAULUCCI (Mascia), GIANLUCA MEROLLI  (Kostantin), FABIO PASQUINI (Medvedenko), ENRICO ROCCAFORTE (Trigorin). Costumi Gianluca Sbicca; sartoria Piccolo Teatro di Milano; scene Davide Dormino; foto Tommaso e Pino Le Pera. Produzione di Andrea Schiavo e Fondazione Campania dei Festival - Napoli Teatro Festival Italia

Tournée | Scheda Artistica | Scheda tecnica | Rassegna Stampa | Foto | Video 

 

un gabbiano 6un gabbiano 16

Persone dal sentire spento, dall'animo stanco e arido, o anime morte ancora desiderose di immergersi nelle proprie esperienze di vita? Una manciata di personaggi, polverosi e consumati, sono i protagonisti della nostra storia che parte da Cechov per raccontare, attraverso simboli esistenziali e forme poetiche, il fallimento ineluttabile del vivere (o del morire?). Quel senso di solitudine e vagabondaggio che ci appartiene e, a volte, ci dispera. In bilico tra morte e non morte, i nostri recitano ciò che non hanno potuto non essere, circondati da fantocci abbandonati e da oggetti del passato. Più o meno coscienti, più o meno felici di esserci, trascinano i loro corpi, agili un tempo, ora sospesi, fluidi, come in un rewind esistenziale. Le storie s'intrecciano seguendo una narrazione veloce e discontinua, affondando i significati in radici profonde, in una ricerca personale dell'attore.

 

DEBUTTO NAPOLI TEATRO FESTIVAL  19 e 20 giugno 2014

 

 

 

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015

di ULDERICO PESCE e FERDINANDO IMPOSIMATO, con ULDERICO PESCE. Produzione Centro Mediterraneo delle Arti

Tournée | Scheda artistica | Scheda tecnica | Rassegna stampa | Foto | Video

 

locandina moro moro 4

 

 “Un altro spettacolo su Moro? Non se ne può più.” - direte. Avete ragione. Più che di spettacoli sul caso Moro c’è la necessità di sapere la verità sulla sua morte. Questo nostro lavoro vuole prima di tutto contribuire alla scoperta della verità e alla sua divulgazione. E’ un pò altezzoso il fine ma le scoperte del giudice Ferdinando Imposimato, titolare dei primi processi sul caso Moro, fino all’assassinio del fratello Franco, vanno verso la costruzione di una chiara verità: “Moro doveva morire”, era utile bloccare la sua apertura alla sinistra. U.P.

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2013-2014 2014-2015

di K. Waterhouse  e W. Hall, con (in ordine alfabetico) FRANCO CASTELLANO, MARIA LETIZIA GORGA, MAXIMILIAN NISI,  KETTY ROSELLI, adattamento e regia PINO AMMENDOLA, scene Carlo Di Marino, costumi Carolina Olcese. Produzione Mariano Anagni per la Quantum S.r.l.

Tournée | Scheda Artistica | Scheda Tecnica | Rassegna Stampa | Foto | Video

 

 

Questa commedia comica di K. Waterhouse  e W. Hall è stato un grande successo internazionale e nelle rare messe in scena italiane ha sempre realizzato il tutto esaurito. La storia verte su tradimenti coniugali veri o presunti. Ma il proposito degli autori è quello di mettere in rilievo le nostre paure d’amare e di essere amati, evidenziando come possa essere facile complicarsi da soli la vita per paura di comunicare agli altri le nostre emozioni e i nostri sentimenti, il tutto attraverso una ironia pungente di gusto tipicamente inglese. La commedia si snoda brillantemente tra telefonate incrociate, equivoci e dialoghi scoppiettanti, a volte persino surreali come spesso si rivela essere anche il nostro vivere quotidiano senza che noi ce ne rendiamo conto. Un cast di provata solidità e la mano di un autore comico di successo alla regia, garantiranno un adeguamento al gusto e alla risata italiana

 

DEBUTTO FESTIVAL DI BORGIO VEREZZI 2013

DISPONIBILITÀ OTTOBRE 2014

 

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2013-2014 2014-2015

di Alan Ayckbourn, regia FRANCESCO BRANCHETTI, con DEBORA CAPRIOGLIO, e con LORENZO COSTA, FEDERICA RUGGERO, FABIO FIORI; musiche Pino Cangialosi; scene e costumi Clara Surro. Produzione Teatro Garage.

Tournée | Scheda artistica | Scheda tecnica | Rassegna stampa | Foto

 

sinceramente bugiardi-locandina picdebora caprioglioSinceramente bugiardi è il capolavoro del primo Ayckbourn quello più farsesco ma anche dotato di uno stupefacente virtuosismo nel costruire una pièce irresistibile con il minimo dei mezzi: un banale equivoco e due coppie appartenenti a generazioni diverse. Tutto ruota attorno ad un tema proprio della farsa: le bugie dei personaggi e gli equivoci che esse provocano in un mondo apparentemente ordinato.

 

 

DEBUTTO 14 LUGLIO 2014 FESTIVAL DI BORGIO VEREZZI

DISPONIBILITÀ: ESTATE 2014 - NOVEMBRE 2014 e APRILE 2015

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo
Stagioni: 2014-2015

di MICHELE LA GINESTRA e ADRIANO BENNICELLI, con MICHELE LA GINESTRA, BEATRICE FAZI e con MARIA CHIARA CENTORAMI, regia ROBERTO MARAFANTE. Produzione Teatro Golden e Teatro 7

Tournée | Scheda Artistica | Scheda Tecnica | Rassegna Stampa | Foto | Video

 

Un uomo e una donna, un marito e una moglie..vent’anni insieme, senza sbavature, senza incertezze…Certo, ogni tanto una piccola discussione, di quelle banali ma al contempo affascinanti, fatte con l’ironia sottile, tipica di una coppia ormai collaudat. Sembrerebbe filare tutto liscio tra i binari della consuetudine, di una monotona monogamia… fino a quando compare…un’altra donna!..ma non una qualsiasi……ma non una qualsiasi, una donna giovane, affascinante, straniera! …ma soprattutto compare all’improvviso, … nel loro letto matrimoniale! "Cara non è come credi… giuro, ti posso spiegare!" E’ da qui che comincia la nostra storia, fatta di un presente inspiegabile e di un passato prossimo abbastanza confuso, e tra un flash back illuminante e un "non ricordo" divertente, tra una risata e una riflessione, la matassa pian piano si dipana, lasciando agli spettatori la possibilità di valutare se è preferibile la cruda realtà o una magica illusione!

 

DISPONIBILITÀ FEBBRAIO 2016

 

 

 

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo

di GIORGIO SCIANNA, regia VERONICA CRUCIANI, con in ordine alfabetico GUALTIERO BURZI, MARIAGRAZIA POMPEI, ARIANNA SCOMMEGNA, MICHELE SINISI. Produzione Compagnia Veronica Cruciani e La Contemporanea, in coproduzione con Armunia in collaborazione con il Teatro di Roma

Tournée | Scheda Artistica | Scheda Tecnica | Rassegna Stampa | Foto | Video 

 

 

Due uomini e una donna in una palestra deserta si aggirano tra pesi e attrezzi, e aspettano. Sono stati convocati all’improvviso dalla preside della scuola dei loro figli. L’arrivo e le rivelazioni della donna li trascinano in uno spazio dove tutti si contrappongono, tutti si fanno male nell’esplosione violenta del conflitto tra ciò che è giusto fare e la protezione della propria famiglia.  Un dramma attuale, coinvolgente e spietato su come anche gli adulti possono diventare branco.

 

DISPONIBILITA' 15 / 28 FEBBRAIO 2015

Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo

Scritto e diretto da PINO AMMENDOLA, con MARIA LETIZIA GORGA, al pianoforte Stefano De Meo, al violoncello Elena Lera e Laura Pierazzuoli, ai clarinetti Marco Colonna

Tournée | Scheda Tecnica | Scheda Artistica | Rassegna Stampa | Foto |  

 

Avec le temps - Dalida Dalida, per il suo modo di attraversare la storia e d'illustrarne i cambiamenti, è una vera eroina dei nostri tempi. La piccola ragazza italiana dagli occhiali spessi, nata in un sobborgo popolare del Cairo, divenuta prima Miss Egitto, poi Mademoiselle Bambino e infine la regina dei juke-box, verrà  consacrata come la più grande cantante Francese di tutti i tempi. In vita il Generale de Gaulle l'aveva insignita della medaglia della Presidenza della Repubblica, unica donna ed unico artista ad averla ottenuta, e alla sua scomparsa Parigi le ha dedicato una piazza: Place Dalida! Alla scoperta del suo busto il giornale "Liberation" scrisse: "Dalida è più presente che mai, nessuna artista sarà  mai così celebre"
Per avere maggiori informazioni clicca sul titolo dello spettacolo